fbpx

La rinascita del bosco

La rinascita del bosco

Il 29 ottobre ricorrerà un anno da Vaia, la tempesta che ha abbattuto migliaia di alberi sulle Dolomiti.

Cosa è accaduto e come il bosco curerà le proprie ferite per rinascere più rigoglioso di prima è la grande lezione di vita che Erika Di Marino, forestale abitante a Belluno già mamma, ci racconta sotto forma di favola nel suo libro Le Dolomiti dopo la tempesta – illustrato da Anna Formilan.

L’agordino, la val zoldana e il Cansiglio li considero un po’ anche i miei boschi. Qui mi portava mio padre per le nostre più belle gite di famiglia. Qui torno con mio marito ogni domenica appena ci è possibile.  Lui vi è ancora più legato perché sono le terre di suo padre e suo nonno, guardia forestale di origine trentina d’istanza qui sin dal dopoguerra.

Natale 2018 non è stato il caldo Natale di sempre, neanche la neve è caduta. Fa male quando lo sguardo incrocia una parete prima rigogliosa ora spoglia e disseminata di cerini impossibili da valicare.

Io non vedrò il bosco che verrà ma lo voglio immaginare per mia figlia e i suoi figli. Voglio contribuire a creare un albero genealogico di cui essere orgogliosi.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Nessuna parlo sui media. @igworldclub @ig_italia @igersveneto @igers_treviso @igersvenezia Almeno voi divulgate queste immagini, tutti devono sapere che gli alberi sono stati abbattuti ma i veneti non si abbattono, si tirano su le maniche e piantano nuovi alberi e fanno il gelato più buono del mondo, il formaggio più saporito che ci sia, e intagliano il legno e vi ospitano tra le montagne più belle del mondo!!! No one word from tarditional media. Please , Igers let know about the recent Veneto’s catastrophe. Let know that trees are knocked down but people here stand up to offer you the best ice-cream in the world, the more taste cheese and can host you at such beautiful mountains , would heritage site!!! #veneto #agordino #valzoldana #alpago #cansiglio #asiago #forzaveneto

Un post condiviso da Anna Rado (@annaverarado) in data: